Proseguono le Giornate Nazionali della Prevenzione Antisismica ad Avellino durante la quale è stato suggellato il gemellaggio tra l’Ordine Ingegneri di Avellino e quello dell’Aquila.  Dopo la 5 giorni con gli Ordini professionali degli Ingegneri, Architetti e Geometri, dal 30 aprile al 4 maggio il prototipo della MADIS ROOM – LA STANZA ANTISISMICA CHE SALVA LA VITA DAL TERREMOTO resterà esposto al pubblico in piazza Grande di Grottaminarda (Avellino).

A gruppi di 6 i cittadini potranno visitare il prototipo ed entrare per vivere la simulazione di un sisma.
Per l’occasione i tecnici saranno in loco per dare spiegazioni sul funzionamento della Stanza Antisismica, sulle modalità di installazione e sulle caratteristiche.

Interno del prototipo della Madis Room con video simulazione

Interno del prototipo della Madis Room con video simulazione

La Madis Room resiste ad un terremoto capace di radere al suolo tutto in quanto regge il peso delle macerie di un edificio di 4 piani, come dal crash test eseguito in piazza Santa Maria di Farfa all’Aquila lo scorso maggio 2014, ripreso da tv e fotografi sotto gli occhi dei cittadini increduli.

Si tratta di una installazione da eseguire in qualunque parte della casa, magari nella stanza dei ragazzi, che non cambia l’aspetto né l’arredamento e resta invisibile, con porta e finestra apparentemente normali e come in origine.
Un “uovo di colombo” l’ha definita il prefetto Gabrielli, capo della Protezione Civile ai tempi del sisma dell’Aquila.
Funge anche da panic room, in quanto è una stanza boonker nella quale rifugiarsi in caso di intrusione, e resiste agli incendi.

Print Friendly
Posted on