Conciso e chiaro, l’articolo de Il resto del Carlino uscito il 24 gennaio 2015 a firma di Sara Servadei. L’anticipazione della presentazione ufficiale, avvenuta a Faenza nello stesso giorno della pubblicazione, è puntuale nei temi e nelle argomentazioni.
Fa subito il punto sulla situazione del patrimonio edilizio italiano che al 70-80% non è in grado di resistere ad una scossa sismica significativa e spiega il funzionamento del sistema di prevenzione sismica passiva Madis Room: la definisce un nido sicuro nel quale rifugiarsi durante gli sciami sismici e ne illustra la capacità di resistenza in caso di crollo del palazzo.
Importante anche l’inserimento del costo, affinché ciascuno possa valutarne la portata per le proprie tasche: 8mila euro, calcolate pure le agevolazioni fiscali concesse dallo Stato.
In un periodo nel quale l’Emilia Romagna è colpita da uno sciame sismico che si ripete in continuazione l’articolo ha suscitato molto interesse.
Di seguito la pagina del giornale.

Faenza, 24 gennaio 2015 – Emanuela per Madis Room, la Stanza Antisismica
carlino RIDOTTA

Print Friendly
Posted on