Continua a tremare L’Aquila a quasi sette anni dalla tragedia del 6 aprile 2009. Nel tardo pomeriggio di oggi una scossa di magnitudo 2.7 è stata ben avvertita dalla popolazione sia nelle case che in strada. L’epicentro è stato rilevato tra Fossa e Paganica, a oltre dieci chilometri di profondità. In alcune case sono caduti anche degli oggetti allertando una popolazione già sensibile alle scosse. In molti si sono “riversati” sui social commentando la scossa appena avvenuta e mettendo in dubbio la magnitudo. Un altro terremoto di magnitudo 2.7 si era verificato soltanto mercoledì scorso nella stessa zona.
In una città già messa in ginocchio dal terremoto è indispensabile una messa in sicurezza sia degli edifici che delle vite umane perché nel 2016 continuare a morire per il sisma è inaccettabile!

Un momento del crash test di L'Aquila del maggio 2014: la Stanza Antisismica campeggia sulle macerie, è riconoscibile dalle fasce beige che la avvolgono

Un momento del crash test di L’Aquila del maggio 2014: la Stanza Antisismica campeggia sulle macerie, è riconoscibile dalle fasce beige che la avvolgono

Si può ristrutturare al meglio un edificio installando anche una Stanza Antisismica, un’innovazione tecnologica validissima per la prevenzione passiva.
Bisogna garantire un’abitazione sicura ai propri cari e la Madis Room è nata per donare serenità e salvare le vite.
Per informazioni sulla Stanza Antisismica contattaci subito allo 085.74235 o invia una mail a madis_pe@iol.it. Puoi avere anche un preventivo gratuito e vedere il video del funzionamento.

 

L’Aquila, 12 marzo 2016
Alessia per Madis Room – La Stanza Antisismica

Print Friendly
Posted on