Chiamate ai vigili e social network tempestati di messaggi per il terremoto appena avvenuto. È accaduto nella notte tra sabato e domenica per la scossa di magnitudo 3.7 avvertita in Toscana anche nei piani bassi delle abitazioni. Il terremoto, con un epicentro a 18 chilometri a sud di Firenze, ha avuto a una profondità di 9 chilometri.

I comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro sono stati Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa, Impruneta e Barberino Val d’Elsa.

Interno del prototipo della Madis Room con video simulazione

Interno del prototipo della Madis Room con video simulazione

Come spiegato dall’Ingv in un approfondimento sull’evento sismico in provincia di Firenze “dal 18 dicembre 2014 ad oggi (13 settembre 2015), in quest’area sono avvenuti circa 560 terremoti, prevalentemente concentrati nei mesi di dicembre 2014 e marzo 2015, tra i quali sono 16 quelli di magnitudo maggiore o uguale a 3.0. L’evento più forte è stato il terremoto del 19 dicembre alle ore 11.36 italiane di magnitudo ML 4.1 (Mw 4.1)”.

Uno stillicidio per gli abitanti del posto che vivrebbero più sereni e in sicurezza se avessero nelle proprie case una Madis Room. Come mostrato dal prototipo della Madis Room in tour per l’Italia  la Stanza Antisismica può salvare la vita nel corso di una scossa importante.

Dotato di pedana vibrante è in grado di simulare una suggestiva esperienza di terremoto e, inoltre, i visitatori potranno guardare su uno schermo il crash-test del brevetto internazionale. L’invenzione rivoluzionaria di Antonio D’Intino (Madis srl) nasce per salvaguardare le vite umane ed evitare il ripetersi delle tragedie.

 

Firenze, 15 settembre 2015

Alessia per Madis Room – La Stanza Antisismica

 

 

 

 

Print Friendly
Posted on