Continua a far parlare di sé il restaurato Trabocco del Porto Canale di Pescara, un bellissimo salotto sul mare versatile nei suoi possibili utilizzi. Il restauro del trabocco – nato dalla committenza illuminata di Antonio D’Intino (della Madis Costruzioni Pescara, che ha brevettato la Stanza Antisismica Madis Room) e un gruppo di architetti dello studio Zero85 – è stato esaltato da un significativo servizio pubblicato dalla rivista specializzata “Houzz Magazine” il 13 agosto 2015. 

Il restauro è avvenuto secondo i parametri del razionalismo italiano ed è stata restituita al trabocco l’anima di “stanza sul mare”, la cui funzione primaria, abbandonata da tempo, era di “macchina da pesca”.
Trabocco D’Intino” è stato esposto nel Padiglione Italia della 14° Biennale di Architettura di Venezia e assieme al progetto della Casa studio per l’artista Sergio Sarra a Manoppello sta ottenendo riconoscimenti internazionali.
Il Trabocco è un’icona sia del paesaggio adriatico che urbano di Pescara dove tutti i desideri di utilizzo della famiglia D’Intino vengono esauditi respirando la brezza marina e avendo il suono delle onde del mare come sottofondo.

Pescara, 18 agosto 2015

Alessia – Ufficio Stampa

Trabocco-DIntino-foto-Sergio-Camplone-4

 

Print Friendly
Posted on