Trema l’Abruzzo. Nella mattinata sono state registrate due scosse di terremoto nella Marsica. Alle 3.07.53 è stata registrata dall’Ingv una scossa di magnitudo 2 con epicentro a Tagliacozzo. Percepita dalla popolazione alle 11.32 la seconda scossa, di magnitudo magnitudo 2.4, è stata registrata nell’area di Tagliacozzo, a tre chilometri da Cappadocia (L’Aquila).
Sempre nella mattinata due scosse hanno interessato la Sicilia, in particolare Messina e la Costa Siciliana Nord Orientale (Messina).
Il primo terremoto, avvenuto alle 4.15.06, ha avuto una profondità di 8 chilometri e magnitudo 2.0, mentre il secondo sisma, di magnitudo 2.5 è avvenuto alle 9.29.13.

Un momento della distruzione totale dell'edificio destinato a demolizione dopo il sisma del 6 aprile di L'Aquila: all'interno è stata posizionata la Stanza Antisismica che a fine crash test era indenne sopra alle macerie

Un momento della distruzione totale dell’edificio destinato a demolizione dopo il sisma del 6 aprile di L’Aquila: all’interno è stata posizionata la Stanza Antisismica che a fine crash test era indenne sopra alle macerie

Sia la Marsica che Messina sono state zone interessate in passato da terremoti altamente distruttivi.

L’Italia è un Paese ad alto rischio sismico, che si occupa più dell’emergenza che della prevenzione con relative risorse sproporzionate fra le due fasi.
Sono 51milioni gli italiani che vivono in zone sismiche, di cui 26milioni in zone ad altissimo rischio sismico e i restanti 25milioni in zone a medio rischio.
Numeri che lasciano poche rassicurazioni alle famiglie che devono provvedere autonomamente alla propria salvezza dal terremoto. Avere una Madis Room in ciascuna abitazione rappresenta un vero e proprio dovere civile.

 

 

 
Tagliacozzo, 12 agosto 2015
Gioia Per Madis Room

Print Friendly
Posted on