Morti, feriti, devastazione e crolli. Immagini ieri vicine, oggi lontane dai nostri occhi. Spesso ci si pone una domanda e la risposta non è per nulla rassicurante. Siamo sicuri che si faccia tesoro sempre delle tragedie che accadono? Se si guarda quanto è accaduto in Italia negli anni la risposta è no perché spesso, con il passar del tempo, si dimenticano morte e distruzione. Bisogna ricordare che il nostro Paese ad alto rischio sismico non ha applicato una prevenzione dal terremoto tale da ridurre le vittime. Questo è dovuto alla mancanza di risorse. Bisogna adottare delle tecniche di prevenzione sia nelle strutture che nei comportamenti da adottare durante le scosse. In un Paese qual è l’Italia non bisogna delegare la propria sicurezza a nessuno: la prima protezione civile siamo noi stessi. I soccorsi, qualora fossero necessari, arriveranno sempre dopo, a tragedia avvenuta20141128_091815_resized_1

Allora occorre prendere coscienza del proprio dovere civile e mettere al sicuro se stessi e la propria famiglia. L’intuizione della Madis Room-La Stanza Antisismica ti permette di essere al sicuro nella tua casa con la semplice installazione di un dispositivo di protezione passiva. Il tuo compito sarà soltanto quello di radunare i tuoi cari nella stanza salvavita nel corso della scossa e lì sarete protetti.

Qualsiasi edificio può essere dotato di una Stanza Antisismica che sarà installata al costo di circa 8mila euro. Si tratta di un intervento di semplice ristrutturazione che dona sicurezza e serenità. Bisogna imparare dalle tragedie e, Antonio D’Intino, papà della Madis Room, l’ha fatto. Ispirato dal terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009 ha inventato un sistema salvavita unico nel suo genere.

L’Aquila, 18 settembre 2015

Alessia per Madis Room – La Stanza Antisismica

Print Friendly
Posted on