Sulla stampa nazionale è stato ricordato lunedì il terremoto dell’Irpinia e della Basilicata che esattamente trentacinque fa, il 23 novembre del 1980, alle ore 19.30 con una magnitudo di 6.9 (pari a circa il decimo grado della scala Mercalli) causò 2.570 morti, 8.848 feriti e circa 300 mila senzatetto. Una tragedia di vaste dimensioni. Lo stesso Ingv nella giornata di lunedì ha organizzato un convegno sulla prevenzione.

Spesso in un Paese come l’Italia non è chiara la differenza tra prevenzione e attività di soccorso. In particolare le simulazioni di terremoto effettuate dai Vigili del Fuoco passano per attività di prevenzione, ma in realtà se ci si riflette sono simulazioni del soccorso post tragedia.

Commemorando il terremoto dell’Irpinia e della Basilicata ci si è interrogati ancora una volta su cosa fosse cambiato da allora fino ad oggi e purtroppo la risposta è stata ben poco. L’Italia è bravissima nel soccorso, ma non nella prevenzione!

Gran parte del nostro Paese infatti risulta non a norma e quindi potenzialmente soggetto a crolli nel corso di una forte scossa che potrebbe causare ovunque morti e feriti.

Lo Stato non dispone delle risorse necessarie per mettere gli edifici in sicurezza quindi i singoli cittadini devono proteggersi da soli effettuando dei veri e propri investimenti sulla vita.

Com’è possibile vedere dal crash-test della Madis Room-Stanza Antisismica nel corso di una forte scossa la stanza speciale all’interno della tua abitazione può risultare un fortino di ferro per tutti i componenti della famiglia.

Nei secondi antecedenti alla fase distruttiva del terremoto assieme a tutti i tuoi cari puoi rifugiarti nella Stanza Antisismica e attendere in tutta sicurezza la fine della scossa ed eventuali soccorsi qualora fosse necessario.

A fronte di un investimento di circa 8mila euro metterai al sicuro i tuoi cari. Fai un regalo di Natale alla tua famiglia installa nella tua abitazione la Madis Room! Un vero e proprio investimento sulla vita.

Avellino, 25 novembre 2015

Giancarla per Madis Room – La Stanza Antisismica

Print Friendly
Posted on