Sabato 13 febbraio 2016 si terrà a Modena, nella Sala Eventi del Tecnopolo dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, in Via Vivarelli 25, un Convegno sul tema della «Rigenerazione Urbana».

La rigenerazione urbana è un tema di grande rilievo non solo nella pratica urbanistica, ma, più in generale, per gli interventi di natura culturale, sociale, economica, ambientale, architettonica e strutturale finalizzati ad un incremento della qualità della vita nelle aree soggette a trasformazione. La rigenerazione urbana è un processo articolato, che passa attraverso attività finalizzate alla messa in sicurezza e rigenerazione del patrimonio edilizio (soprattutto nelle zone caratterizzate da significativo rischio sismico e/o idrogeologico), alla riduzione del consumo del suolo e degli sprechi energetici e idrici, alla rivalutazione degli spazi pubblici e del verde urbano, alla razionalizzazione della mobilità urbana e del ciclo dei rifiuti. Questa “visione comprensiva ed integrata” della rigenerazione urbana, non usuale nei convegni sul tema, ha guidato la Commissione Ambiente del Distretto 2072 del Rotary, assieme all’ENEA ed all’Università di Modena e Reggio Emilia, nell’organizzazione di questo incontro, caratterizzato da un approccio olistico e rivolto ad un pubblico non esperto. Il convegno, organizzato con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Modena (che concederà crediti formativi professionali), ha già ottenuto formalmente il patrocinio (con utilizzo del logo) da parte dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, dell’associazione nazionale GLIS («GLIS – Isolamento ed altre Strategie di Progettazione Antisismica»), dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bologna, degli Ordini degli Ingegneri delle Provincie di Bologna e Modena, della Sezione Territoriale dell’Europa Occidentale dell’«Anti-Seismic Systems International Society» (ASSISi) e dell’Università degli Studi di Ferrara. Inoltre, è già stata comunicata la concessione del Patrocinio (con utilizzo del logo) anche da parte del Comune di Modena e della Regione EmiliaRomagna. Infine, il Convegno ha già avuto l’importante contributo di BBOX – Sistema di Monitoraggio Sismico e di AeC COSTRUZIONI srl. I lavori inizieranno alle 9:00 e termineranno alle 13:15. Dopo gli indirizzi di saluto, portati da Paolo Pasini, Governatore del Distretto 2072 del Rotary, da Angelo Andrisano, Magnifico Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia (che è socio del Rotary) e da Anna Maria Vandelli, Assessore all’Urbanistica, Edilizia, Politiche abitative ed Aree produttive del Comune di Modena, e dopo un’introduzione di Alessandro Martelli, membro della Commissione Ambiente del Distretto e socio del Rotary Club Bologna Est (nonché Presidente dell’associazione GLIS e Vicepresidente dell’ASSISi), il programma si articolerà in due sessioni, che annoverano alcuni soci del Rotary fra i loro presidenti ed i relatori. La prima sessione sarà presieduta da Vincenzo Mallardo del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara e da Angelo Marcello Tarantino del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Essa prevede relazioni di Loris Vincenzi del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia («Sicurezza strutturale e vulnerabilità sismica: analisi dei danni provocati dal sisma in Emilia del 2012»), di Gianluigi Cimino del 6° Reparto Infrastrutture dell’Esercito di Bologna, dottorando all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e già Presidente del Rotaract Club Bologna Est («Moderne tecnologie antisismiche»), di Filippo Boschi del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara («Rigenerazione urbana e patrimonio culturale») e di Elena Candigliota del Centro Ricerche ENEA di Bologna («Tecniche geomatiche innovative per l’analisi urbana e la salvaguardia del patrimonio culturale»). 2 La seconda sessione sarà presieduta da Fabio Fava del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (anch’egli membro della Commissione Ambiente del Distretto) e da Massimo Forni del Centro Ricerche ENEA di Bologna. Essa prevede relazioni di un rappresentante dell’ENEL sugli aspetti energetici, di Luciano Morselli e Fabrizio Passarini del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna («La gestione sostenibile dei rifiuti») e del Prof. Giorgio Prosdocimi Gianquinto del Dipartimento di Scienze Agrarie della stessa università («Orti urbani e reti ecologiche»), alle quali seguirà la discussione generale. Le conclusioni saranno tratte da Rino Ghelfi del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, presidente della Commissione Ambiente del Distretto.

Programma Convegno Modena 13 febbraio

Print Friendly
Posted on