A che punto è la ricerca sulla previsione dei terremoti? È un quesito che ci poniamo spesso, soprattutto quando accadono tragedie che pensiamo non possano mai colpire noi. Se fossimo in grado di prevedere gli eventi sismici si salverebbero migliaia di vite umane e non certo gli edifici che in Italia molto spesso non rispettano i criteri antisismici

Purtroppo il terremoto è l’unico evento naturale a non poter essere previsto nemmeno da precursori, a differenza di uragani e incendi, perché si genera in punti non accessibili né visibili, ma sappiamo che i continenti si muovono e le faglie sono visibili in superficie. Come sostenono gli esperti:”Il terremoto lo percepiamo nel momento in cui si genera, o alcuni secondi/minuti dopo in base alla nostra distanza dall’epicentro, ma il processo che ha portato allo scuotimento è certamente iniziato giorni, mesi o addirittura anni prima. Durante questo periodo, chiamato intersismico, le rocce si comprimono, si frantumano e quando sarà raggiunta la soglia massima di resistenza i due piani di faglia genereranno un brusco movimento che sarà tradotto in onde sismiche, quindi il terremoto”.

Nel mondo i ricercatori stanno cercando di individuare i segnali precursori di questo processo invisibile con studi rivolti a fattori chimici come l’emissione del Radon e di altri elementi, cariche elettrostatiche generate dalle frizioni rocciose, ionizzazione in atmosfera ma anche i movimenti misurabili dai satelliti.

5[1]

Ad oggi però ancora non si hanno risposte certe e scientificamente riconosciute e resta quindi ancora l’incognita del quando, dove e con quale intensità colpirà un terremoto.

Finalmente una soluzione alle scosse c’è e si chiama Madis Room-La Stanza Antisismica.

Non resta che prevenire il sisma con l’innovativo brevetto di Antonio D’Intino che assicurerà la protezione dalle scosse senza uscire di casa. Un sistema salvavita che sarà utile anche in caso di incendio e di presenza di ladri nella tua casa. Il costo è di 8mila euro e la Stanza Antisismica non cambierà la funzionalità della camera dove sarà installata.

L’Aquila, 11 settembre 2015

Ilaria per Madis Room – La Stanza Antisismica

Print Friendly
Posted on