Il prossimo terremoto è alle porte e non potendo sapere con precisione quando accadrà espone la popolazione a grandi rischi. Per non farci trovare impreparati dai movimenti fisiologici della terra occorre attuare delle politiche di prevenzione e comportamenti adeguati in caso di sisma evitando morti e feriti.

La Madis Room è un sistema di protezione passiva dal terremoto unica nel suo genere che permetterà di non vivere con l’ansia di una forte scossa in un’Italia ad alto rischio sismico che soltanto dal 1985 ha visto ben otto terremoti superiori alla magnitudo 5.5.
Come sostenuto dagli studiosi dell’Istituto di ricerca dello Iaresp “Ogni giorno che passa aumenta sempre di più la probabilità di un nuovo accadimento di magnitudo maggiore di 5.5 e sappiamo molto bene che se dovesse manifestarsi su terra ferma saranno comunque guai“. Notizie per nulla rassicuranti.
Nel lungo periodo la media di un terremoto è di uno ogni 3.7, ma negli ultimi 30 anni sono stati ben dieci i terremoti che hanno colpito o circondato l’Italia con una magnitudo ben al di sopra della soglia del danno.

Un momento del crash test di L'Aquila del maggio 2014: la Stanza Antisismica campeggia sulle macerie, è riconoscibile dalle fasce beige che la avvolgono

Un momento del crash test di L’Aquila del maggio 2014: la Stanza Antisismica campeggia sulle macerie, è riconoscibile dalle fasce beige che la avvolgono

Ultimo in ordine di tempo, dopo la devastante tragedia dell’Aquila del 6 aprile 2009, il terremoto dell’Emilia del 29 maggio 2012.
Dotarsi di una Stanza Antisismica permetterà di “attendere” la scossa in sicurezza non mettendo a repentaglio le vite. Ciò che accadrà in caso di terremoto resta un’incognita perché ci si è chiesti spesso se l’Italia fosse pronta a una nuova tragedia.

La risposta è risultata negativa.

 

 

L’Aquila, 27 agosto 2015
Ilaria per Madis Room – La Stanza Antisismica

Print Friendly
Posted on