Basta poco per rivivere la paura del terremoto. Una scossa, anche di magnitudo bassa, può riportare alla mente attimi drammatici. È successo qualche giorno fa ad Equi e la Lunigiana ha rivissuto l’incubo del 21 giugno del 2013 quando venne avvertita una scossa di 5.2 gradi della scala Richter

Una scossa può durare una manciata di secondi ma i propri effetti distruttivi anche per decenni, per non parlare dell’eventuale vuoto causato qualora si verificassero morti a seguito del sisma. Dopo aver “collezionato” tragedie su tragedie, l’Italia dovrebbe conoscere le criticità del proprio territorio per porre rimedio alle catastrofi naturali, terremoti compresi.

Per effettuare una giusta prevenzione occorrerebbe avere maggiore attenzione per il territorio cercando di adottare anche una soluzione che eviti di andare a costruire ancora magari in zone non edificabili. Una risposta in ottica green dove potrebbe andare ad intervenire con le proprie caratteristiche anche la Madis Room, Stanza Antisismica che deve essere installata sul costruito. Terremoto: scosse a Natale e nel weekend

Si tratterebbe infatti di effettuare una miglioria salvavita sia negli edifici pubblici che in quelli privati. Una soluzione che oltre a mettere al sicuro le persone dal terremoto preserverebbe l’ulteriore consumo del suolo. L’offensiva al terremoto però deve essere fatta da privati perché lo Stato ad oggi non dispone delle risorse necessarie per mettere al sicuro i propri cittadini.

Se vuoi mettere al sicuro i tuoi cari regala una Stanza Antisismica. Per informazioni contattaci subito allo 085.74235 o invia una mail a madis_pe@iol.it. Puoi avere anche un preventivo gratuito e vedere il video del funzionamento.

Massa Carrara, 26 febbraio 2016
Maria per Madis Room – La Stanza Antisismica

 

Print Friendly
Posted on