La scorsa notte una scossa di terremoto di magnitudo 3 ha scosso la Calabria alle ore 3:43 (distretto sismico Costa Calabra Occidentale): era molto profondo per cui è stato  lievemente avvertito dalla popolazione.

Poche ore dopo, alle 9:25, un altro terremoto si è fatto sentire in Umbria, con una intensità di M.1.2, precisamente a Gubbio in provincia di Perugia, dove un’altra scossa si è verificata alle 17,25 di oggi.

L’Umbria non ha dimenticato il terribile terremoto del 1997 e quello del 1998, mentre la Calabria vive nell’angoscia di un possibile sisma devastante.

Il report di Rainews24 del 2012, infatti, annunciava l’ipotesi un disastro simico sulle regioni del Sud italiae, da allora, ad ogni scossa è allarme. Come scriveva Il Fatto Quotidiano all’indomani dell’allarme lanciato allora da alcuni studiosi, la Calabria è “una delle regioni a maggior rischio sismico del mondo” e incorre in doppio rischio catastrofe incagliata com’è tra abusi edilizi e leggi rinviate: “è stata edificata in modo dissennato” – scriveva Lorenzo Galeazzi – e per varare una normativa adeguata, il governo locale ha aspettato le tragedie dell’Aquila e dell’Emilia. Ma continuano a mancare uomini e mezzi per i controlli […] nella patria di un abusivismo edilizio diffuso e selvaggio. Una situazione resa ancora più pericolosa dalle norme anti-sismiche regionali che, per usare un eufemismo, sono all’acqua di rose”.

Lo scheletro della Stanza Antisismica: i dettagli al bottone brevetto nella barra di home page di questo sito

Lo scheletro della Stanza Antisismica: i dettagli al bottone “Brevetto” nella barra di home page di questo sito

In una situazione come questa, nella quale è impossibile mettere in sicurezza la propria casa, la Stanza Antisismica rimane l’unica alternativa percorribile per salvare la vita propria e quella dei propri cari: aspettare il terremoto in casa o affidarsi alla corsa in strada è un comportamente inefficace quanto incosciente. La Stanza Antisismica è un brevetto e, come tale, ha tutte le garanzie di legge: la storia ci racconta che aspettare le decisioni del Governo in ordine ai sistemi di prevenzione non porta necessariamente risoluzioni positive, basti vedere l’epilogo sugli isolatori sismici di L’Aquila ( a quanto pare non proteggono dal terremoto).

La Stanza Antisismica resiste al crollo e alle macerie di un palazzo fino a 4 piani, nonché alle fiamme. I crash test eseguiti alla presenza di tecnici e autorità, le occasioni pubbliche in cui è stata presentata alla società civile e alle Istituzioni, le iniziative che l’hanno vista al centro di eventi nazionali parlano da soli.

Reggio Calabria, 12 aprile 2015, Alfredo per Madis Room – La Stanza Antisismica

 

Print Friendly
Posted on